fbpx

Il corpo umano, una macchina che funziona ad acqua.

bottiglia di acqua

Il corpo umano, una macchina che funziona ad acqua.

Esiste una macchina unica, ci viene data in dotazione dal nostro primo giorno di vita e ci porta in giro fino all’ultimo. E’ gratis, ma affinché funzioni correttamente dobbiamo tenerla nel miglior modo possibile. È il nostro corpo.

La cosa sorprendente è che una buona parte di questa macchina è acqua e senza l’apporto di acqua non potrebbe funzionare.

Il nostro cervello è costituito addirittura dall’85% di acqua!

Affinché il nostro cervello continui a garantire ottime performance è necessario mantenerlo ben idratato.

Ma andiamo per passi, seguiteci e vi spiegheremo alcune cose.

Prima di tutto, sai riconoscere quando sei disidratato?

deserto arido

Ci sono dei sintomi che ci avvertono di una imminente disidratazione; quando si ha sete si è già in uno stato di disidratazione.

I segnali che il corpo umano trasmette possono aiutare a prevenire uno stato di disidratazione grave. Alcuni si possono rilevare semplicemente a vista, altri con la strumentazione adeguata.

Primo fra tutti lo stato della nostra pelle e delle mucose: se sono asciutte o secche vuol dire che abbiamo bisogno gia di reintegrare liquidi. Altri segni visibili sono per esempio una colorazione delle urine più carica e a maggior densità. Questo indica l’aumento della concentazione degli elettroliti, una diminuzione del volume plasmatico con una conseguente sensazione di gambe pesanti, affanno, dolori muscolari e dei tendini che portano facilmente a strappi.

donna pensierosa

Se appare anche solo uno di questi sintomi il tuo corpo è già in stato di allarme…

… Perché la capacità di assorbimento dello stomaco è insufficiente per colmare rapidamente una disidratazione severa. In molti casi è necessario un intervento dei medici per recuperare le funzioni vitali e se non si interviene in tempo è possibile arrivare al decesso per disidratazione.

Il corpo umano, una macchina che funziona ad acqua: l‘importanza della sua presenza nel nostro organismo.

Tutti gli esseri viventi hanno bisogno di acqua per sopravvivere; questo liquido è fondamentale per il funzionamento di organi vitali come reni e cuore, nonché per lo svolgimento di processi imprescindibili come il trasporto di ossigeno a tutte le cellule del corpo.

Chi beve meno acqua rispetto a quella richiesta quotidianamente dall’organismo non solo corre il rischio di disidratarsi, ma presenta anche un aspetto malsano, perché anche la pelle, i capelli e le unghie la richiedono per mantenersi in buono stato, senza acquale cellule muoiono lentamente.

Possiamo soddisfare la sete vera con acqua naturale, nient’altro.

Bere 1,5 litri di acqua al giorno è un buon compromesso con cui partire. Ognuno poi in base al proprio corpo, allo stile di vita dovrà valutare se aumentare la quantità di acqua diaria.

In caso tu fossi una persona sedentaria dovresti preferire un tipo di acqua a bassa concentrazione di sali, mentre al contrario, se pratichi attività sportiva costante, ti puoi permettere di assumere acqua oligominerale o con residui fissi più alti.

L’involontaria disidratazione cronica è spesso la causa di molte malattie per le quali è difficile indagare le cause, come i parassiti nelle piante che attecchiscono su organismi viventi disidratati, quindi in stato di evidente difficoltà; in questo senso bere è anche una questione di prevenzione. Sappi  anche che con la vecchiaia lo stimolo della sete si attenua, ma questo non significa che avrai meno bisogno di bere.

rendering corpo umano

Il nostro corpo è costituito per il 50-75% da acqua.

Dipendente dal peso ed età di ognuno.

Per compensare le perdite naturali dei liquidi, bisogna introdurre più di un litro e mezzo di liquidi al giorno, necessità soddisfatta in gran parte, dall’assunzione di bevande unitamente a quella di cibi solidi.

In certi casi l’acqua può essere anche un elemento di difficile gestione, nel caso subentrino difficoltà di deglutizione in soggetti con disabilita neurologica o semplicemente con problemi di presbifagia, dove le funzioni deglutitorie sono rallentate dall’invecchiamento generale e si ha la tendenza a non bere a sufficienza.

Come evitare la disidratazione

verdura

È molto importante mangiare alimenti ricchi di acqua come le verdure, gli ortaggi e la frutta che inoltre contengono sali minerali e vitamine molto benefiche al corpo.

Come dicono ogni anno tutti i telegiornali, il consiglio è evitare il più possibile di esporsi al sole d’estate nelle ore più calde, in questi momenti è più facile disidratarsi o anche soffrire un’insolazione o altri disturbi legate al sole e calore eccessivo.

frutta, mandarini

In questo periodo dell’anno si perdono più liquidi del normale, dovuta alla sudorazione eccessiva, in questo caso si può alternare l’acqua con spremute, infusi e alcune bibite isotoniche non gasate e se pensi di fare esercizio fisico, è bene idratarsi prima di cominciare l’attività e durante tutto l’allenamento, più avanti vedremo nel dettaglio questo argomento.

Un consiglio, bere acqua troppo fredda può causare dei problemi gastrici, la bevanda deve essere fresca ma non ghiacciata, la temperatura ottimale dovrebbe essere intorno ai 15°C.

E’ importante bere molto e correttamente anche d’inverno, quando spesso gli ambienti domestici o di lavoro sono troppo riscaldati ed estremamente secchi, il nostro corpo infatti ha una continua dispersione d’acqua, non soltanto attraverso le urine ma anche attraverso la respirazione, ecco perché non c’è stagione o momento della giornata in cui idratarsi non sia davvero importante.

Quanta acqua devo bere?

donna che beve un bicchiere d'acqua - Il corpo umano, una macchina che funziona ad acqua.

L’acqua bevuta non si trasforma tutta in liquido intracellulare, che forma oltre il 70% dei nostri liquidi, ma resta in circolo e solo in piccola parti viene assorbita.

Per idratarsi efficacemente l’acqua andrebbe bevuta spesso e in piccole quantità, in pratica è meglio bere un bicchiere ogni 30 o 40 minuti che mezzo litro di acqua tutta in una volta. Infatti è provato che quando si beve più di mezzo litro in poco tempo solo una piccola parte viene assorbita, l’eccesso viene espulso con le urine o sudando.

Come abbiamo visto in precedenza l’acqua meglio berla non fredda di frigo ma leggermente fresca, infatti quando si bevono liquidi troppo freddi il corpo li deve prima riscaldare usando energia e producendo più calore e poi li può assimilare, quindi bere acqua fredda non disseta e crea altro calore.

Un uomo adulto perde mediamente 2,5 litri d’acqua al giorno…

uomo che beve da una bottiglia di acqua

… Quindi l’obiettivo sarà quello di compensare queste perdite al fine di equilibrare l’apporto idrico; con i tre pasti giornalieri si apporta mediamente un litro di acqua e il restante dovrà essere integrato bevendo. Il consumo adeguato dipende dalle persone, dal tipo di attività svolta, dal clima e dal metabolismo; per esempio se sei uno sportivo o vivi in zone calde, è possibile che sudi maggiormente, il che implica una perdita d’acqua che deve essere restituita all’organismo.

Secondo le regole generali e le indicazioni dei medici, gli adulti dovrebbero bere 8 bicchieri di acqua al giorno, che sono circa 2 litri, se segui questa raccomandazione e hai una alimentazione discretamente buona, sarai al riparo dalla temuta disidratazione.

Come bere più acqua quotidianamente.

A questo punto tutti sappiamo che per mantenere il nostro corpo sano dobbiamo consumare almeno due litri di liquidi al giorno tra acqua, tisane, frutta e vegetali, ma molte persone mi chiedono come fare a bere tanto visto che a mala pena riescono a digerire un paio di bicchieri.

Fare un cambiamento non solo è possibile ma è anche raccomandabile proprio per queste persone per cominciare a stare bene da subito, per questo ti spiego alcuni trucchi su come bere più acqua quotidianamente.

Non aspettare di avere sete per bere, como abbiamo detto la sete è già un segnale che la disidratazione è cominciata, l’ideale è mantenere il nostro corpo costantemente idratato per non sentire troppo spesso tale necessità impellente di bere.

Se pensi di non bere abbastanza perché non ce l’hai a portata di mano, inizia a portarti una bottiglia o borraccia da mezzo litro sempre con te, semplice da trasportare e riempila man mano che la svuoti. Ciò ti farà automaticamente bere più acqua perché avrai la bottiglia a vista e ricorderai il tuo obiettivo. Lascia l’assunzione di bibite e altre bevande per le occasioni speciali, vedrai come riuscirai a bere molta più acqua quotidianamente.

Ci sono persone a cui non piace mangiare bevendo acqua e preferiscono una bevanda con sapore; un modo economico e sano per dare un tocco rinfrescante è aggiungere una fetta o il succo di un limone naturale all’acqua, questo piccolo trucco renderà il sapore dell’acqua più piacevole e genererà una sensazione diversa.

Cerca di aumenta gradualmente la tua assunzione d’acqua, se lo farai tutto di un colpo potresti sentirti gonfio non essendo abituato.

Puoi anche consumare liquidi con altre fonti salutari come le tisane e le infusioni, le verdure o la frutta molto acquose come l’anguria, il melone o l’ananas. In questo modo apporterai la quantità giusta di liquidi durante tutta la giornata

Perché dovrei bere cosi tanto?

I benefici di bere correttamente sono molteplici:

RENI

  • prima di tutto è importante per il corretto funzionamento dei reni, che filtrano le tossine e le componenti non richieste dall’organismo per la loro successiva eliminazione attraverso l’urina e le feci. Se non si beve una quantità d’acqua sufficiente il processo di eliminazione delle tossine non viene effettuato in modo efficace, quindi il corpo non si depura correttamente.

APPARATO DIGERENTE

  • Per il corretto funzionamento dell‘apparato digestivo, poiché processi fondamentali come la digestione, il transito intestinale e l’espulsione delle feci la richiedono, a volte può risolvere anche il mal di testa dovuto appunto a una mala digestione.

TEMPERATURA CORPOREA

  • Abbiamo poi bisogno di acqua per realizzare altri processi importanti come regolare la temperatura corporea quando fa troppo caldo, attraverso la sudorazione il corpo si rinfresca in caso di calore eccessivo, se ciò non avviene correttamente si corre il rischio di ammalarsi gravemente.

Bere acqua è importante per prevenire la ritenzione idrica, evitare la disidratazione e garantire la buona salute del corpo quando si eseguono attività fisiche. Si sono riscontrati vari benefici differenti nel bere acqua con frequenza;

l’acqua non ha grassi, né calorie, né carboidrati, né zuccheri, bere acqua al posto di bibite gassate e zuccherate vi porterà inevitabilmente a perdere un pò di peso in eccesso.

Aumenta l’energia, come abbiamo visto uno dei sintomi della disidratazione è la spossatezza e la perdita di contrazione, bere il giusto quantitativo di liquidi aiuta a essere più energici.

Aiuta il nostro cuore a lavorare in maniera corretta, in questo modo si riduce la possibilità di soffrire di una attacco di cardiaco, molte le persone cardiopatiche possono avere cosi un metodo di prevenzione facile, economico e salutare.

acqua versata in un bicchiere di vetro

Ma se io bevo già tantissimo?

Bere acqua quotidianamente è necessario e utile per il corretto funzionamento del nostro corpo…

Tuttavia avere troppa sete, soprattutto se ciò si verifica all’improvviso, può anche essere il sintomo che c’è qualcosa che non va nel nostro organismo.

Una delle ragioni per cui si può soffrire di sete eccessiva può essere l’assunzione di determinati tipi di medicinali, diuretici o anticolinergici. Sono sostanze che tendono a produrre un aumento della sete.

Anche in casi di infezioni gravi è possibile che aumenti la sete a causa della perdita di liquidi corporei.

Ovviamente in questi casi l’intervento di un medico è fondamentale, in particolare per curare l’infezione e garantire la salute del paziente. Tuttavia l’eccesso di sete, soprattutto quando si verifica in modo improvviso, può anche essere sintomo di determinate malattie, e tra le più comuni possiamo trovare il diabete, insufficienza renale, insufficienza cardiaca.

Qualora si sospetti che l’aumento della sete può essere dovuto a una malattia, è importante rivolgersi anche in questo caso a un medico per un controllo, lo specialista effettuerà gli esami per determinare l’origine della sete e monitorare lo stato di salute generale del paziente.

Bere durante i pasti o dopo?

Un bel bicchiere appena svegli è molto propedeutico a rimettere in moto questa grande macchina che va ad acqua che è il nostro corpo, durante i pasti è buona regola non bere troppo, per evitare di diluire i succhi gastrici e rallentare la digestione.

cibo vario

D’altronde, quando si consuma un pasto equilibrato, l’apporto idrico è garantito anche dalla frutta e dalla verdura cruda, alimenti che sono costituiti per l’80-90% di acqua.

Per raggiungere questo obiettivo è solo una questione di abitudine che molti atleti apprendono durante i ritiri sportivi, dove il preparatore impone regole sulla dieta da seguire.

Sappiamo che l’acqua non ha calorie quindi non fa ingrassare, anzi se utilizzata in modo corretto può addirittura far perdere un pò di peso. In ogni caso, se non si consuma abbastanza acqua nei precedenti momenti della giornata è meglio berla durante il pasto piuttosto che privarsene.

La miglior cosa è bere acqua naturale, non quella gassata che oltre a non dissetare idrata pochissimo, va bene bere anche succhi e frullati di frutta e verdura freschi.

La frutta sarebbe bene mangiarla lontano dai pasti, è un eccellente alimento se mangiato a stomaco vuoto, invece è pessimo se mangiato dopo un pasto. La frutta e la verdura cruda, inoltre, contengono eccellenti quantità di vitamine e minerali che nutrono e che sono fondamentali per il nostro benessere.

Dal momento che molte tossine sono liposolubili, se non vengono adeguatamente eliminate per insufficiente attività epatica o renale, vengono immagazzinate nel corpo; quindi per concludere se ingeriamo molte tossine e poca acqua avremo un maggior accumulo di tessuto adiposo con il derivato aumento di peso.

Andiamo più nello specifico, l’idratazione per gli sportivi

Nell’allenamento fisico, al fine di mantenere una temperatura corporea adeguata, l’organismo utilizza un sistema di raffreddamento efficace, la traspirazione mediante il sudore. In media, le perdite dovute alla sudorazione variano tra mezzo litro e un litro all’ora, ma per gli sportivi professionisti possono raggiungere anche i 3 o 4 litri all’ora.

Molti atleti amatori hanno la tendenza a bere poco durante l’allenamento o in gara, i rischi a cui si espongono sono elevati.

atleta stanca all'arrivo

Una perdita di liquidi pari al 5% del peso corporeo corrisponde ad un peggioramento delle prestazioni del circa 40%, per questo è importante che l’atleta sia ben idratato prima di affrontare prova.

Per esempio, notate nelle gare in televisione come i piloti di MotoGP e di Formula 1 hanno continuamente in mano la borraccia con la cannuccia prima e dopo l’evento e bevono in continuazione, durante la gara hanno poi un sistema per bere attraverso il casco.

…Quindi è bene cominciare a bere prima della attività fisica…

Nei 60 minuti che la precedono si consiglia di assumere dai 250 ai 500 centilitri di liquidi compensando in anticipo la perdita repentina di liquidi attraverso il sudore, per assicurarsi poi una buona idratazione durante l’attività sportiva bisogna bere ogni 10 o 15 minuti circa 100 o 150 ml di acqua o integratori a piccoli sorsi. Una volta finito l’evento bisogna continuare ad idratarsi ed evitare un deficit di liquidi che può essere l’origine di dolori muscolari.

La sensazione di sete non è un buon indicatore dello stato di idratazione corporea perché appare tardivamente, si farà sentire quando lo sportivo è già in stato di disidratazione di almeno dell’1% del peso corporeo e una perdita solo del 2% del peso corporeo di acqua può diminuire la performance sportiva del 20%.

Fondamentale nel processo di mantenimento della prestazione è l’effetto degli elettroliti, in presenza di intensa sudorazione e movimento aerobico, gli elettrolitinon sono altro che soluzioni di sali, acidi e basi, ed hanno una maggiore conducibilità elettrica rispetto alla sola acqua. Quindi gli elettroliti sono il motore delle reazioni muscolari e dell’attività neurale, va da sé che sia fondamentale il loro equilibrio durante lo sforzo.

Occorre sottolineare anche il pericolo di un eccesso di sudorazione, ottenuto con l’uso di indumenti “dimagranti” di nylon o plastica.

sudore

Il peso perduto in questo modo si recupera entro le 24 ore, mentre la cosa peggiore è che impedisce l’evaporazione del sudore che è il nostro meccanismo più efficace di termoregolazione corporea.

Vediamo i principali elettroliti e la loro funzione:

  • il Cloruro di Sodio è importante per il mantenimento della pressione osmotica tra i compartimenti intra ed extra cellulari, la sua diminuzione può far insorgere stanchezza precoce e crampi muscolari.
  • Il Potassio è importante nelle reazioni cellulari e per la conducibilità dello stimolo nel sistema nervoso, l’alterazione del contenuto in potassio nell’organismo può causare disturbi della funzionalità muscolare.
  • Il Magnesio entra a far parte dei sistemi metabolici e la sua carenza può causare l’insorgenza di tremore muscolare e crampi, lo possiamo trovare in quasi tutti gli alimenti ma in un atleta è necessario un apporto supplementare, perché già con sforzi fisici di media intensità prossimo avere notevoli perdite di questo componente.
  • il Calcio è fondamentale per la trasmissione dell’eccitazione nervosa al muscolo e quindi per la contrazione muscolare.
  • Il Fosfato entra nei cicli di produzione di energia, la sua perdita può causare diminuzione del rendimento atletico.

Diversi tipi di integratori

Nello sport non si beve per dissetarsi, ma per mantenere il necessario contenuto di liquidi e minerali, cioè per mantenere le proprie capacità di prestazione…

ragazza in bici bevendo da una bottiglia

A questo punto fanno la loro entrata gli integratori salini-energetici che sono preferibili alla semplice acqua anche per il fatto che accelerano i tempi di transito nello stomaco, evitando pesantezza e gonfiore gastrico. Nel mercato ne possiamo trovare di tanti tipi e gusti diversi. Alcuni atleti però si lamentano che i prodotti presenti adesso sul mercato producono più sete, hanno un cattivo sapore o agiscono in modo fastidioso sullo stomaco.

Molto indicati sono gli integratori che garantiscono energia pronta e prolungata, e con il loro contenuto di sali minerali come potassio e magnesio favoriscono il buon funzionamento muscolare.

bevande isotoniche

Esistono diversi tipi di integratori sotto forma di bevanda, normalmente classificati come bevande isotoniche, dove la concentrazione e il tipo di sali e zuccheri sciolti nella bevanda indicano la pressione osmotica, determinata dalle particelle in sospensione nel liquido, è simile a quella del plasma e quindi viene assorbita più rapidamente a livello intestinale, andando cosi a reidratare e rinforzare il sistema in maniera rapida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spedizione gratuita

Sempre, in tutta Italia

Reso facile in Italia

14 giorni di garanzia di rimborso

Garanzia internazionale

Offerta nel paese di utilizzo

100% Pagamento Sicuro

PayPal / MasterCard / Visa